#CHRISTMAS: PIUTTOSTO BASTA IL PENSIERO!

Natale è alle porte. Siete pronti a scartare pacchi e pacchettini?

Improbabili regali che arrivano da nonni, zii e spesso anche genitori che non si ricordano i nostri gusti, non si rendono conto che siamo cresciuti o peggio ancora, che hanno dei pessimi gusti in fatto di regalo. Si perchè c’è chi proprio va in ansia da regalo, o non sa fare i regali (spesso essendo convinto del contrario) e si lancia in agghiaccianti scuse tipo “Almeno è utile”.

Ho fatto una piccola raccolta di ciò che non vorremmo mai ricevere, ma se dovesse venirvi qualche idea, se aveste qualche trauma natalizio mai confessato o qualche regalo da riciclare, lasciatemi un commento. Vi prometto tanta solidarietà!

Partiamo subito dal classico dei classici: I GUANTI DI LANA. Sono l’equivalente dell’asciugamano per chi fa il compleanno in estate. Non se ne può più! Se poi sono brutti e natalizi, vi prego risparmiate questi soldi. Piuttosto portatemi un pandoro con la Nutella e siamo tutti più felici. Vi giuro che lo dividiamo!

guanti nataliziRestiamo in tema lana? Il CAPPELLO. Credo di non averne mai messo uno se non sulla neve, e anche lì non è che ne andassi fiera. Cercando delle foto su google sotto “cappello di lana” ho capito una cosa: c’è solo un modo per indossarne uno e non sembrare ridicole, bisogna essere delle fighe senza fine.

knitted-hat-cappelli-di-lana-9FW2

O degli adorabili bimbi.

cappello-di-lana-con-pon-pon

Qui andiamo sulle cose più temute in assoluto: LE CANDELE. Che siano profumate, a forma di cibo, a tema natalizio. Qualunque forma o essenza abbiano restano le più temute. Nessuno vuole riceverle, credetemi sulla parola. Risparmiate questi soldini. Ve le schiferanno ma non ve lo diranno mai!

candela-profumata-con-confetti-ebigliettinoAltro evergreen, e non si capisce bene il perché, IL CALZINO ANTISCIVOLO. Ora, cara zia, io non avrei più 3 anni sai? Non rischio di cadere ad ogni passo, scivolare sulle mattonelle o correre per casa inseguendo il fratellino. Le calze antiscivolo sono il male. Non riparano i piedi dal pavimento freddo, non puoi indossarle con le scarpe, neanche con le pantolole. E se hai un animale dentro casa, tutti i peli del tuo quattrozampe saranno intrappolati tra le trame, che neanche lo Swiffer.

calzedonia-idee-regalo-natale-calze

Seguendo il filone piedi, vorrei aprire una parentesi PANTOFOLE. Il mio ultimo paio del genere “pantofola con pupazzo” l’ho ricevuta a quindici anni. Me le regalò il mio fidanzatino. Non le mettevo perché erano belle, né perché erano comode, le mettevo perché me le aveva regalate lui, e basta. Oggi non lo farei neanche se venisse Brad Pitt in persona a regalarmele. Sono brutte, scomode e a lungo andare la gommapiuma si sforma e non potrete più camminarci.

pantofole minions

E il PIGIAMA? Vogliamo parlarne? Fantasie agghiaccianti, sia per lui che per lei. Lui si ritrova con stampe british improponibili, scacchi, ancore da marinaretto o se tutto va bene un bel monocolore celeste che neanche in ospedale. Lei invece non si capisce perché riceve pigiami come se avesse dodici anni: fiocchetti, facce giganti da orso che ti fissano, dolcettini, caramelline. Niente che possa far pensare che la maggiore età è passata da un pezzo. Forse per farti sentire giovane dentro.

piagiama

Se vogliamo fare davvero un tuffo nel passato, tipo anni ’80/’90 niente batte il PORTAGIOIE. Solitamente è la zia un po’ anzianotta che lo regala alla nipote “che a te ti piacciono tutte quelle cose con le ciancianelle” (cose che penzolano tipo ciondoli, braccialetti, orecchini…). E’ una delle cose peggiori che si possa ricevere oggi. Non è utile, non più. Ormai le collane sono tutte giganti, ci sono gli earcuff, e poi i bangles. Ma che ne può sapere la zia? (A limite potete riciclarlo l’anno dopo ad un’altra zia che invece sarà felice di riciclarlo ad un’altra nipote, e il suo viaggio sarà infinito. Come i nani di Amèlie.)

portagioie

Uno degli incubi maschili più diffuso (e provate a contraddirmi) è l’ACCAPPATOIO. Non si capisce bene perché, sembra che gli uomini passino la loro vita tra letto e doccia. Se gli va bene, sul pigiama ogni tanto possono mettere l’ennesima cravatta a tema natalizio. La comodità è che ogni anno ti ritrovi un accappatoio nuovo. Ma scusate, voi cambiate l’accappatoio ogni anno? Cosa ci fate?

accappatoio

A proposito di incubo, credo non ci sia cosa peggiore di ricevere un PROFUMO che non abbiamo scelto e che probabilmente sarà terrificante. Solitamente è un regalo che viene dalla nonna o dallo zio che non entra in profumeria da secoli. Va nel negozietto, quello sotto casa, che ha un po’ tutto: casalinghi, articoli da bagno, detersivi e poi 4 profumi. Di quelli che gli anni ’90 gli sono rimasti nel cuore. Vuoi un bell’Enrico Coveri o un Najoleari? Io ancora ricordo quell’agghiacciante profumo di Beverly Hills 90210 ricevuto a 12 anni. Puzzava che neanche il banco del pesce.

Che sia chiaro, il profumo è talmente personale che spesso neanche il/la partner dovrebbe lanciarsi nell’acquisto senza prima ricevere una “imbeccata” del tutto disinteressata!

Surprised woman looking at perfumes

Ecco i miei preferiti. Credo di avere almeno due scatole in cantina piene di SOPRAMMOBILI inutili che negli anni ho ricevuto da conoscenti e forse qualche nemico. Perché il fatto che mi piacciano i gatti non ti autorizza a regalarmi qualunque cosa raffiguri un gatto. Anzi, stavolta sarebbe il caso di sfruttarla la scusa del “E’ UTILE”, perché un soprammobile mi spiegate a che serve???

 

A proposito di casa, uno dei vostri non-preferiti sono le cose per la casa, il mio must è l’accoppiata guanto da forno e presine. Chiunque viva da sola o in coppia, possiede già almeno due coppie di presine e guanti da forno che utilizza a fasi alterne. Vi avverto, avrà anche la versione natalizia. E se li volete regalare perché sono bellissimi, sappiate che se sono davvero belli non verranno mai utilizzati. Finiranno nel fondo di un cassetto per non sciuparli. E poi quando saranno ingialliti e sciupati dal tempo verranno buttati. Vale davvero la pena?

set-guanto-forno-e-presine-topolino-e-minnie-tessuto-egan-linea-mickey-mouse

Vi giuro che ho finito, le ultime parole vorrei spenderle per il SET DA BAGNO. Solitamente fatto da: bagnoschiuma e crema corpo di una profumazione improbabile e in formato gigante e la saponetta. C’è ancora qualcuno che usa la saponetta? Io non l’ho mai sopportata, mi fa raggrinzire tutte le mani (ma questa è un’altra storia). Chi lo riceve spesso lo reputa impersonale e lo è. E’ un cestino preformato, confezionato da una commessa incazzata nera che non ne può più di voi già a Novembre. Figuratevi a Natale!

set da bagno

Ho raccolto quelle più temute ma vorrei ringraziare tutti i miei amici che hanno risposto alle mie domande su Facebook. Siete stati adorabili. Giuro che non vi regalerò nulla del genere a Natale!

Ok, vi ho demolito circa 12 papabili pensierini natalizi. Tranquilli, vi dirò presto cosa acquistare di originale, utile e soprattutto super economico!!

Se volete essere sempre aggiornati, trovate Inciampando anche su Facebook, vi basta cliccare qui!

Print Friendly, PDF & Email
Giuliana Piazzese

Palermo

Viaggio sola, e anche in compagnia, zaino in spalla o con la valigia, in ostello e pure in albergo. Insomma viaggio, lavoro da remoto e mangio tanto! E te lo racconto qui.

3 Comments
  1. Aspè, confesso di avere regalato dei guanti ad una mia ex, ma su “sottile” richiesta e dopo avere setacciato letteralmente tre provincie per poi sentirmi dire “bellini”… da allora ho capito che Pianegonda è mio amico

      1. Mancano nella lista i dopobarba per uomini di marche sconosciute echeggianti paradisiache spiagge o porti lontani come Singapore con traffico d’oppio annesso: puzzano e bruciano come l’inferno!! O aqua velva (non più importata) o lozione nivea senza alcol…

Leave a Reply

Your email address will not be published.